" /> Le balle che ci raccontiamo dal secolo scorso - Corinna Volpi

Le balle che ci raccontiamo dal secolo scorso

Propaganda e notizie false non sono certo una novità. Ne è un esempio lampante la dicitura scolpita sul Palazzo della Civiltà Italiana, riconducibile ad un discorso di Mussolini del 2 ottobre 1935. Se dopo la guerra avessimo voluto veramente costruire una società civile, oltre che fruire di un boom economico spentosi poi come una candeletta tombale, avremmo rielaborato quantomeno alcuni degli elementi di propaganda fascista scolpiti nelle opere del tempo. Invece no. Tutto è rimasto com’era, pronto per essere riutilizzato. Nella frase del duce mancavano fascisti e briganti, oggi mancano evasori, briganti e fascisti. Voglio dire, almeno gli slogan, andavano rimossi.
Pensavo a questo, ieri, scattando questa foto.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Corinna Volpi

Corinna Volpi

tutti i post
Lascia un commento

Se sei un tipo razzista o fascista, lascia stare

By Daniele Zedda • 18 February

← PREV POST

By Daniele Zedda • 18 February

NEXT POST → 34
Share on